Da dove vengono i loghi? Breve storia del design del logo

Storia del logo: inizio

I loghi sono stati usati dall’umanità sin dai tempi antichi e hanno subito molti cambiamenti nel loro percorso. È possibile trovare molti articoli sulla storia del design del logo su Internet. Le informazioni fornite nelle fonti Internet variano, ma le fasi di sviluppo sono chiaramente definite. Qui, in questo articolo, spiegheremo in dettaglio le fasi principali dell’evoluzione del logo.

Crea il tuo logo con il Turbologo logo maker. Ci vogliono meno di 5 minuti e non sono necessarie competenze di progettazione.

Crea un logo

Fase 1. Comunicazione visiva

Il cervello umano è stato coltivato molti secoli prima di raggiungere il livello di oggi. Anche i mezzi di comunicazione umana, abituati alla compagnia dei parenti, sono cambiati e migliorati insieme al pensiero. Gli esseri umani hanno imparato a riconoscere oggetti e persone, stabilire associazioni e sintetizzare informazioni percependo immagini visive. Questo tipo di percezione è rilevante anche per noi questa volta.

Gli archeologi trovano tracce della vita di persone antiche, effettuando scavi. Si tratta di disegni sui muri delle grotte, iscrizioni su pietre e oggetti dipinti. Una persona potrebbe trasmettere informazioni in modo tale, ad esempio, per avvertire di un pericolo e per riferire su eventi importanti. Questa è la nascente comunicazione visiva. Dopo molte centinaia di anni, i simboli grafici hanno sostituito tali mezzi di comunicazione. L’arte dei graffiti è nata nello stesso periodo. Le persone che non hanno dipinto le pareti delle loro caverne sono state condannate da altre persone. Erano considerati ignoranti, erano lontani dall’amore per l’arte e la bellezza.

Oggi, quasi il 90% della massa totale di informazioni è ottenuta dalle persone visivamente, cioè con l’aiuto degli occhi. Ecco perché i loghi sono così importanti per l’esistenza di successo e la crescita della popolarità dell’azienda.

Ci sono tutti i tipi di segni, simboli, disegni e pentagrammi nella storia di molte civiltà. I loghi moderni prendono la loro origine da tali simboli. Il popolo antico accettava le norme sociali e determinava la razza dei membri della società mediante simboli. Così, le persone hanno capito il loro modo di vivere e hanno stabilito la comunicazione. Le funzioni dei segni sono cambiate durante il loro sviluppo, ma sono state in grado di raggiungere i nostri giorni, anche se in una forma diversa. Un essere umano cerca sempre di dare un significato ai simboli, di esprimere certe idee attraverso di loro, di trasmettere informazioni importanti e persino le emozioni attraverso di loro. Il logo è una sorta di sostituto delle parole.

Fase 2. L’origine dei marchi

L’umanità è riuscita a diventare quello che è ora, attraverso il lavoro. Da quando un lavoro artigianale è apparso nella vita delle persone, è entrato in uso una cosa come un “marchio”. Questa è una sorta di segno, che indica che il prodotto è ben fatto e ha un valore piuttosto elevato e una qualità elevata. Ora, se una persona ha prodotto un prodotto unico e lo ha fatto bene, allora potrebbe diventare famoso non solo tra i suoi conoscenti, ma anche uscire per commerciare in una grande fiera. Per la creazione di un prodotto inaffidabile, il maestro è stato minacciato di lesioni o addirittura di morte.

Nell’antica Grecia, i simboli venivano usati per la monetazione e la stampigliatura del bestiame, nonché per crittografare i messaggi importanti. Anche i territori sono contrassegnati da cartelli. La formazione di molte altre civiltà è andata di pari passo con quella greca, ma gli archeologi non sono riusciti a trovare “tracce” simili nella storia.

Gli antichi romani a quel tempo avevano già i loro famosi marchi. Il primo in assoluto apparteneva agli artigiani produttori di lampadari, questo marchio si chiamava “Fortis”. E i creatori di un altro marchio erano impegnati nel commercio del vino e si chiamavano “Vesuvinum”, tuttavia, questo marchio non ha preso piede sul mercato.

Fase 3. L’araldica

Sono stati i primi stemmi a dare il via all’origine dei loghi, che sono così attivamente utilizzati nel mondo moderno. Il primo stemma apparve nel XXII secolo, quando erano popolari i tornei e le gesta cavalleresche. L’araldica divenne sempre più popolare nei successivi 200 anni e fu usata quasi ovunque. In un primo momento era utilizzato solo dalla nobiltà, ma in seguito i funzionari di alto rango si interessarono a questa idea, iniziando a utilizzare gli stemmi come segno distintivo dei loro stati.

Non appena tali simboli divennero ampiamente conosciuti, le persone iniziarono a difendere il diritto di avere il proprio. Gli stati volevano controllare completamente la creazione e la distribuzione degli emblemi e anche la gente comune rivendicava questo diritto. Una situazione simile si verifica oggi, anche se non è così ovvia.

La funzione principale degli stemmi è la designazione dei diritti di proprietà e l’identificazione della persona. Gli stemmi hanno anche contribuito a classificare le persone per strati sociali e gruppi. Fino a quando non ebbe luogo la rivoluzione francese, era possibile determinare dallo stemma se una persona fosse un cavaliere sotto l’armatura e l’elmo. È stato anche escluso il rischio di penetrazione segreta dei nemici.

Tuttavia, con il passare del tempo, lo stemma non è diventato un logo. Ciò era dovuto al gran numero di divieti sulla creazione di stemmi, poiché non tutti erano autorizzati a produrli. Anche l’uso degli stemmi era vietato a quasi tutti i cittadini, il che limitava notevolmente la loro capacità di creare la propria attività e renderla popolare. Molte regole e leggi rigide regolavano la creazione dei simboli, il che ne rendeva quasi impossibile l’uso. Non tutti gli stemmi potevano ottenere il diritto all’uso e anche gli stemmi approvati avevano funzionalità significativamente limitate. Alcuni esempi possono essere visti in gioielli sopravvissuti ai nostri tempi, e anche come segni di affiliazione statale o territoriale.

4 fasi. Logo

primo logo

Una tipografia, segni ed elementi grafici alla fine hanno stabilito l’inizio dell’uso dei loghi nella forma in cui esistono oggi. Sebbene il marchio esista abbastanza a lungo, non perde la sua rilevanza. Il design del logo iniziò a svilupparsi attivamente con l’inizio della rivoluzione industriale dell’Europa e dell’America, avvenuta nel XXVIII secolo. Allo stesso tempo, iniziano a svilupparsi le startup familiari.

Il forte aumento della domanda di loghi è dovuto all’aumento dei volumi di produzione di vari prodotti, nonché all’emergere di una moda capitalista e all’introduzione della meccanizzazione. Tutto ciò è avvenuto per il desiderio delle aziende di distinguersi dalla concorrenza e di affermarsi saldamente nel mercato.

I primi loghi moderni hanno una connessione diretta con lo sviluppo del sistema dei diritti di brevetto. Per la prima volta nella storia del marchio, Bass & Co ha ricevuto legalmente il segno ® sul proprio logo. È successo in Inghilterra nel 1876. Questo fu l’inizio della registrazione di massa dei marchi da parte delle aziende. La maggior parte di quelle aziende che hanno ricevuto il diritto di indicare il marchio ® sul logo, esistono ora. Ad esempio, Twinings, Levi’s, Shell Oil, Coca-Cola, HMV, Nestle, Jack Daniel’s, Cadbury. Pertanto, il logo è stato ampiamente diffuso insieme al marchio del prodotto e aziendale, che in seguito è diventato una parte separata nella cultura generale dell’umanità.

Vuoi creare il tuo logo? Fallo tramite Turbologo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *